Caricamento in corso..

Tag Board :

Seguici su Facebook :

Seguici anche su youtube

Donazioni :

Visualizzazioni :

Sostieni il sito con click :

Trama di Final Fantasy VII Crisis Core

Crisis Core: Final Fantasy VII è un Action RPG sviluppato da Square Enix per PlayStation Portable. Il gioco è ambientato prima di Final Fantasy VII ed è il quarto titolo della serie Compilation of Final Fantasy VII, che include i giochi Before Crisis: Final Fantasy VII e Dirge of Cerberus: Final Fantasy VII, ma anche il film in Computer Grafica Final Fantasy VII: Advent Children e il cartone animato Last Order: Final Fantasy VII. La supervisione della produzione è di Yoshinori Kitase, il direttore produttivo dell'originale Final Fantasy VII. Tetsuya Nomura è il responsabile del design dei personaggi.

Storia

Questo gioco è stato prodotto nel 2008 per la console PSP. La storia è ambientata 7 anni prima rispetto a quella narrata in Final Fantasy VII e si svolge in maniera più o meno contemporanea rispetto a quella di Before Crisis: Final Fantasy VII ed ha come protagonista Zack Fair.

La guerra di Wutai

Zack è un SOLDIER di seconda classe al servizio della società energetica ShinRa addestrato per anni dal SOLDIER di prima classe Angeal Hewley. Zack è un combattente molto promettente con l'aspirazione di diventare un eroe, ma al contrario del suo riflessivo e saggio maestro, è un giovane tremendamente impulsivo, cosa che spesso lo porta a cadere in errori facili e grossolani.
Attualmente la Shinra ed i suoi SOLDIER sono impegnati in una guerra con gli abitanti di un villaggio chiamato Wutai. La cultura e la religione di questo popolo è strettamente legata ad una comunione totale con la natura e la sua energia vitale. Per questo quando la Shinra ed il suo neo vice presidente Rufus Shinra si sono fatti avanti in quelle terre per l'estrazione del Mako (l'energia vitale del pianeta utilizzata dalla compagnia per fornire energia alle città supertecnologiche che vanno nascendo sempre più numerose), la popolazione locale si è opposta, generando così un conflitto da una parte per la difesa del territorio, dall'altra per il possesso dell'energia. In più, negli ultimi mesi, si è assistito ad uno spopolamento massiccio del corpo combattente SOLDIER, a partire dalla disersione di uno dei suoi più importanti combattenti di prima classe: Genesis.
Dopo un lungo periodo di inattività, Zack viene convocato da nientemeno che il capo di SOLDIER, Lazard per una missione sul campo a Wutai. Messo a punto un piano di infiltrazione si vuole tentare di irrompere nel tempio sacro ai locali per sconfiggere definitivamente i ribelli e porre fine alla guerra. Inoltre Angeal ha raccomandato Zack a Lazard per la promozione a SOLDIER di prima classe e questo compito sarà per lui un'occasione per dimostrare le proprie capacità. Andranno in missione con lui Angeal e l'indiscusso eroe di SOLDIER nonché assoluto idolo di Zack: Sephirot. Dovranno bastare loro tre per il compito visto che, con la sua disersione, Genesis ha convinto molti SOLDIER di terza e seconda classe a seguirlo riducendo sensibilmente il personale combattente a disposizione.
Attendendo il segnale per l'entrata in azione, Zack ha l'occasione di parlare un po' col suo mentore. Angeal ha origini umili. La sua famiglia, molto povera è di Banora. La sua enrome e potentissima spada è chiamata Spada Potens fu un regalo che suo padre gli fece quando si arruolò nei SOLDIER. Ci tiene tantissimo e per questo la usa rarissimamente in battaglia. Il segnale arriva. L'assalto comincia. Zack penetra nel tempio eliminando tutti i soldati Wutai che incontra fino a giungere nella stanza dell'altare nella quale sconfigge i guardiani e pone fine allo scontro.
Una volta usciti dal villaggio distrutto, Angeal e Zack trovano il direttore Lazard che si complimenta con loro ed in particolare con Zack. Ma alcuni ribelli superstiti li attaccano. I due SOLDIER sconfiggono i ribelli con una certa facilità scoprendo però che non sono uomini di Wutai: hanno lo stesso volto di Genesis. Sembrano suoi cloni, ma con un potenziale combattivo nettamente inferiore. Ne arrivano altri. Angeal si propone di rimanere ad affrontare gli altri cloni in arrivo, Zack deve portare il direttore Lazard in salvo. Una volta fatto una luce intensissima invade l'area. Qualcuno gli ha lanciato contro un'invocazione: si tratta di Ifrit, il demone delle fiamme. Zack sostiene lo scontro nonostante la forza titanica del suo avversario, ma qualcuno giunge in suo aiuto. Si tratta di Sephirot, il più grande dei SOLDIER. Finito lo scontro, Sephirot analizza la scena circostante: Angeal è scomparso benché abbia certamente vinto il duello contro i cloni, potrebbe essere stato attirato in una trappola o potrebbe aver disertato anche lui.

Incursione a Banora

Tornato al quartier generale Zack incontra Kunsei, un suo amico tra i SOLDIER di seconda classe che lo porta in giro per il settore 8 di Midgar, la grande città nella quale ha sede la ShinRa ed i SOLDIER, ed in particolare nel quartiere LOVELESS, chiamato così in tributo al grande eroe Genesis, la cui grande passione è sempre stato l'omonimo poema epico. Zack viene prontamente chiamato dal direttore Lazard per una nuova missione. Dovrà andare a Banora, città natale di Angeal e, a sorpresa, anche di Genesis (i due erano amici sin dall'infanzia) e lì indagare sulla scomparsa di Angeal facendo domande anche alla sua famiglia. L'incarico era stato precedentemente affidato a Sephiroth che l'ha però rifiutato non volendosi vedere costretto ad affrontare i suoi unici due amici. Ma non andrà da solo: ad accompagnarlo ci sarà il leader dei Turks, gli speciali agenti segreti che proteggono ed eseguono i lavori sporchi per la ShinRa, chiamato Tseng. Zack sembra piuttosto innervosito dal suo accompagnatore, ma accetta comunque l'incarico.
Una volta raggiunta Banora, Zack e Tseng si mettono alla ricerca dell'abitazione originaria di Angeal. Zack la trova nella parte povera del villaggio. Al suo interno c'è Gillian Hewley, madre di Angeal. A quanto pare il figlio è stato realmente da lei dopo l'attacco a Wutai, ma solo per lasciarle la sua Spada Potens. A parte questo Gillian non sembra sapere altro sul luogo in cui si trova suo figlio attualmente, ma c'è dell'altro che invece riguarda Genesis. Ultimamente gli abitanti di Banora sono stati spesso attacati dai cloni di Genesis la cui presenza si è intensificata nella zona. Probabilmente il loro rifugio si trova nell'area circostante il villaggio. In effetti Zack e Tseng li individuano in un vecchio deposito alimentare. Una volta entrati trovano i cloni, ma, inaspettatamente, trovano anche Genesis e con lui Angeal. Genesis sembra essersi reso conto del vero volto della Shinra e della prodigiosa natura dei poteri suoi e dei suoi compagni e chiede ad Angeal di fare una scelta: intraprendere assieme a lui un cammino di rinascita o continuare a servire i suoi padroni. Angeal non sceglie nessuna delle due dimostrando l'indipendenza del suo pensiero e si allontana. Zack non interviene, ma all'improvviso Tseng attacca Genesis che lo sconfigge senza troppa fatica e fugge. Tseng sopravvive ed avverte Zack che la Shinra, che non può assolutamente permettersi una fuga di notizie, sta per bombardare Banora. A Zack restano pochi minuti per far evacuare Angeal e sua madre. Giunto alla vecchia casa di Gillian, si trova davanti una scena orribile: a terra giace il cadavere di Gillian e di fronte a lei c'è Angeal con la sua spada in mano. Quando Zack disperato chiede al suo maestro spiegazioni lui risponde semplicemente: "Né la madre né il figlio possono più esistere". Se ne va. Zack si trova di nuovo di fronte a Genesis che dice solamente: "io sono un mostro", facendo crescere dalla sua spalla sinistra un'unica ala dalle piume nere e volando via. Zack è distrutto e guarda malinconicamente Banora mentre viene distrutta dalle bombe.

Il reattore n°5

Tornato al quartier generale, Zack è sempre più malinconico e confuso. Ultimamente nel reparto di ricerca scientifica di SOLDIER si è installata un nuovo e bizzarro scienziato, il dottor Hojo, che fa continui esperimenti sulla forza fisica dei SOLDIER e su progetti di miglioramenti genetici. Dai suoi collaboratori Zack apprende che Gillian Hewley un tempo lavorava per quello stesso reparto di ricerca. Zack viene convocato da Lazar, il quale gli comunica la sua promozione a SOLDIER di prima classe. Un sogno si è avverato per Zack che però non riesce a sentirsi del tutto soddisfatto. La nuova missione per lui e Sephiroth è quella di indagare sul reattore n.5 dell'impianto di estrazione del Mako a Midgar, presunto rifugio di Hollander. Questo Hollander un tempo era un ricercatore del reparto scientifico di SOLDIER che poi ha disertato per inseguire dei progetti indipendenti ed illegali. Si sospetta che Genesis ed Angeal siano in qualche modo collegati a lui.
Il colloquio viene interrotto. C'è un'incursione in corso nella sede dei SOLDIER. I cloni di Genesis stanno attaccando il palazzo. Zack e Sephiroth si separano nel tentativo di mettere al sicuro quante più persone possibile. Zack raggiunge anche il settore 8, dove la popolazione sta venendo attaccata. Qui trova Tseng e tre dei suoi Turks: Reno,Rude e la giovane, ma incredibilmente abile ed attraente Cissnei. Assieme a loro ripulisce il settore 8. Appena finito viene raggiunto da una chiamata da parte di Sephiroth: lui si trova già al reattore 5 e lo invita a riunirsi a lui al più presto. Gli rivela anche che non ha nessuna intenzione di uccidere Genesis ed Angeal come la Shinra vorrebbe, ma solo di trovarli, di scoprire la verità e di far finta poi di essere stato sconfitto da loro.
Nel reattore 5 trovano lo studio di Hollander pieno di incubatrici nella quale stanno venendo cresciuti i cloni di Genesis, ma anche alcuni cloni di Angeal. A quanto pare Hollander sta utilizzando Genesis ed Angeal per proseguire le ricerche che aveva iniziato con il PROGETTO G un progetto di SOLDIER che prevedeva l'iniezione di alcune particolari cellule in un feto mentre è ancora nella placenta al fine di creare esseri umani unici. Questo progetto era siglato G come Genesis, probabilmente perché fu proprio Genesis il suo primo prodotto. Tuttavia il progetto aveva generato alcuni effetti collaterali nei suoi figli: un decadimento prematuro delle cellule. Sephiroth ricorda allora un episodio di anni prima. Lui, Angeal e Genesis erano nel simulatore ad allenarsi e Genesis aveva cominciato ad attaccarlo con particolare ferocia. Rimasto ferito dallo scontro andò nell'infermeria, ma la sua ferita, benché non grave, non si rimarginava mai. L'allora esperto di SOLDIER, Hollander lo ebbe in cura. Nel frattempo Hollander entra nel laboratorio, i due fanno per catturarlo, ma Genesis gli si frappone. A quanto pare egli ha sempre provato una fortissima rivalità nei confronti di Sephiroth poiché, nonostante le sue origini di soldato geneticamente migliorato, Sephiroth si era sempre dimostrato più capace di lui, facendolo sentire un ibrido. I due si affrontano, mentre Zack si lancia all'inseguimento di Hollander. Quasi lo prende quando ad impedirglielo arriva proprio Angeal. Anche lui ha un'ala che gli spunta dalla spalla sinistra, un'ala bianchissima. Sostiene di essere anche lui un mostro, ma Zack replica: "Quelle non sono le ali di un mostro, ma quelle di un angelo.". Ma Angeal non sembra lasciarsi convincere: "Sai qual è il più grande sogno di un angelo?", replica "Essere umano!". E così dicendo colpisce con violenza Zack facendolo precipitare giù dal reattore.

Aeris

Zack si risveglia dalla caduta in una piccola chiesa dei bassifondi di Midgar. A svegliarlo ed aiutarlo è stata Aerith Gainsborough, una giovane e bellissima ragazza dalla quale Zack rimane subito folgorato. Tanto semplice quanto bella, Aerith si trovava in quella chiesa abbandonata per prendersi cura di un piccola ma rigogliosa aiuola di fiori. Da quando la Shinra ha iniziato a costruire immense città di metallo e a drenare tutto il Mako i fiori sono estremamente rari e richiesti e per questo Zack suggerisce ad Aerith di venderli ai ricconi della città. La cosa sembra interessarle. Per ringraziarla dell'aiuto Zack propone alla ragazza nientemeno che un appuntamento con lui, proposta che Aerith, contro ogni probabilità, accetta, ma in modo del tutto amichevole. In questo modo Zack ha modo di esplorare i bassifondi, un luogo lasciato quasi a se stesso da quando la Shinra ha colonizzato la zona. Il cielo è completamente oscurato da quello che gli abitanti della zona chiamano"il piatto", ovvero la base della città sopraelevata di Midgar. I bassifondi si trovano giusto al di sotto di esso e gran parte dell'economia locale si basa sulla raccolta e il riutilizzo dei rifiuti che i cittadini di Midgar riversano nella zona. Aerith è conosciuta e benvoluta da tutti ed il fatto che un cittadino come Zack le ronzi intorno non viene visto di buon occhio. Questo almeno finché Zack non mostra la sua gentilezza e bontà d'animo aiutando un bambino locale costretto a rubare per vivere. Da quel momento tutti rispettano Zack ed anzi sembrano voler incitare Aerith a stringere i rapporti con lui. Aerith invita Zack ad andare al parco. Lì hanno modo di parlare meglio. A quanto pare Aerith ha molte stranezze. Insomma i due sembrano entrare molto in confidenza quando Zack viene raggiunto da una chiamata da Sephiroth: Genesis ed i suoi cloni hanno attaccato il palazzo della Shinra, Zack deve andare subito.
Una volta raggiunti i dintorni del palazzo Zack viene aggredito da un'orda di cloni. Lui li sconfigge senza troppi problemi, ma qualcosa di inaspettato gli si para davanti: Angeal gli plana di fronte con la sua enorme ala. Zack gli chiede finalmente cosa stia accadendo e da che parte si sia schierato. Angeal ha sicuramente disertato dalla Shinra, ma si oppone ancora a coloro che causano sofferenza ad altri e tra questi c'è senz'altro Genesis. Angeal chiede a Zack se non voglia unirsi a lui per combattere le vere ingiustizie e non per difendere gli interessi di una squallida multinazionale. Zack si sente combattuto, ma accetta. Angeal lo porta all'interno del palazzo della Shinra dove a sorpresa c'è anche Sephiroth. Hollander deve aver ordinato a Genesis di togliere di mezzo Hojo. Lo odia perché lo vede come un usurpatore del posto che gli spetta di diritto. Angeal e Sephirot vanno ad affrontare i colni, Zack deve proteggere Hojo. Raggiunto lo studio dello scienziato Zack apprende da lui di come il fenomeno del decadimento cellulare nei prodotti del PROGETTO G sia stato causato dalla sconsideratezza di Hollander. In quel momento sopraggiunge Genesis. A quanto pare l'unico motivo per cui si è piegato a fare da sicario ad Hollander è per la speranza che lui possa salvarlo dal decadimento prematuro della sua struttura cellulare. Hojo non sembra sentirsi realmente in pericolo ed anzi si burla di Genesis. Per fortuna irrompe Angeal che affronta il suo vecchio amico. Genesis inizia a citare il suo amato LOVELESS, asserendo che il loro scontro porrà rimedio al mistero del 5 atto mancante del poema che lasciava in sospeso la storia dei due amici fraterni costretti a battersi per quale dei due sia degno di ricevere il "dono della dea" e portarlo all'umanità. Zack viene tenuto impegnato dall'invocazione di Genesis: Bahamuth Furia. Una volta sconfitto il nemico non c'è più nessuna traccia dei due contendenti.

Cloud

Un giorno è passato dallo scontro e di Angeal e Genesis non si sa nulla. Sephiroth sembra essersi blindato nel reparto di ricerca della struttura per approfondire le sue conoscenze sul PROGETTO G. Zack viene contattato da Aerith che vuole vederlo. Lui si reca alla chiesa nei bassifondi per incontrarla, ma lì viene raggiunto da Angeal che gli dice che Hollander si nasconde quasi sicuramente in un villaggio di montagna chiamato Modehoheim e che di lì a breve un'unità soldier verrà a prelevarlo per portarlo lì, per poi sparire senza aggiungere altro. Infatti davanti alla chiesa abbandonata trova Tseng ed alcuni soldati della Shinra che vogliono prelevarlo con urgenza e gli dicono che Aerith non è lì, mostrando di conoscerla ed anche piuttosto bene. Rassegnato Zack sale sul loro elicottero.
Il loro tragitto passa per un passo montano molto impervio. Per Zack procedere non è un problema poiché è originario di un piccolo villaggio chiamato Gongaga, anch'esso circonadto di strade disagevoli. Solo un soldato della Shinra riesce a tenere il suo passo dimostrando di essere abituato a quel tipo di percorsi. Anche lui è nato in un piccolo villaggio chiamato Nibelheim. Il suo nome è Cloud Strife. I due fanno subito amicizia e Cloud rivela di covare il sogno segreto di diventare un SOLDIER come Zack, ma di non sentirsi ancora all'altezza. Le chiacchiere si interrompono quando il gruppo raggiunge un impianto di ricerca del Mako abbandonato, popolato dai cloni di Genesis. Benché esuli dalla missione, Zack ci si infiltra per vedere cosa stia accadendo.Dentro vede Genesis che minaccia Hollander con la sua spada. La sua pelle ed i suoi capelli sono ingrigiti e cadenti, il decadimento cellulare sta avanzando velocemente. Il suo onore di SOLDIER è prevalso sulla necessità alla fine e non ha più nessuna intenzione di essere il sicario di Hollander come prima lo era della Shinra. Zack gli impedisce di ucciderlo e Cloud interviene prontamente a catturare Hollander e a portarlo in un luogo sicuro. Genesis sa che la sua ora è giunta, ma si lancia comunque all'attacco contro Zack. Lo scontro è furioso, l'avversario è molto forte, ma alla fine Zack ha la meglio e ferisce Genesis mortalmente. Con le sue ultime forze Genesis si libra in volo e si lascia precipitare nel fossato di estrazione del Mako. Esausto Zack esce dall'impianto e non vede più né Tseng, né Cloud, né i soldati della Shinra. Decide di cercarli a Modehoheim.
Il villaggio appare un luogo disabitato ed in rovina. Zack trova i compagni feriti non gravemente in un vecchio stabilimento termale. Tseng dice che ad attaccarli è stato Angeal che ha rapito Hollander e si è rifugiato in quello stabilimento. Zack raggiunge il suo maestro. Malinconicamente si scusa con Zack per averlo mandato contro Genesis anche se sarebbe stato suo compito affrontarlo, ma lo scontro con un SOLDIER di prima classe potenziato avrebbe preparato Zack al suo prossimo scontro: quallo con lui. Lì con loro c'è Hollander che svela il mistero del PROGETTO G che non stava per progetto Genesis, ma per progetto Gillian, in quanto ideato dalla madre di Angeal. Essa si era sottoposta ad un innesto di cellule provenienti da Jenova (un misterioso organismo rinvenuto anni prima e dalle proprietà cellulari incredibili) mentre era incinta di Angeal fondendo le caratteristiche cellulari del suo feto con quelle della misteriosa creatura. Angeal è di fatto capace non solo di un utilizzo della materia molto superiore alla media, ma anche di passare alcune delle proprie caratteristiche genetiche ad altre creature (ecco l'origine delle creature con le sue sembianze) e viceversa. Genesis era solo un secondo campione sul quale erano stati mappati i risultati ottenuti con Angeal, ottenendo un fallimento. Gillian non è stata uccisa da Angeal, ma si è suicidata quando suo figlio era andato da lei è le aveva mostrato la sofferenza della propria condizione. Angeal sta chiedendo un favore a Zack: liberarlo dalla propria sofferenza. Liberarlo da se stesso. Con tutta la sofferenza Zack uccide il suo maestro. Angeal lo ringrazia e prima di morire gli chiede di preservare il proprio onore e gli cede la sua amatissima spada. Zack fugge disperato. Per riuscire a risollevarsi si nasconde nella chiesa di Aerith che lo consola e gli dà un motivo per andare avanti.
Zack giorni dopo organizzerà una missione assieme a delle nuove reclute di SOLDIER per catturare Hollander. La missione andrà a buon fine.

Inseguimento a Junon

Settimane sono passate dalla cattura di Hollander, Zack è diventato un eroe, ma nuovi problemi tornano a sconvolgere i SOLDIER. Lazard, il suo presidente, è fuggito dopo che alcune indagini della Shinra hanno portato alla luce i passaggi di denaro della compagnia e di informazioni riservate da parte sua in favore di Hollander durante la sua latitanza. In più la Shinra sta avendo problemi con un nascente gruppo di terroristi chiamato AVALANCHE che si oppone al suo dominio sul mako. In più tutto il personale combattente della Shinra viene chiamato alle armi. Hollander, che stava venendo interrogato nella prigione di Junon (altra città artificiale come Midgar) è stato fatto scappare da un'incursione di cloni di Genesis. La cosa è molto strana perché, dopo la sua morte, i cloni di Genesis avrebbero dovuto scomparire. Il gruppo viene inviato a Junon. Nonostante le truppe di cloni e di robot da guerra che gli lancia contro, Zack, i Turks e i SOLDIER (tra cui Cloud) riescono a raggiungere Hollander sul tetto di uno dei palazzi più alti della città. Prima che possano prenderlo lo scienziato fugge per l'ennesima volta alla cattura gettandosi di sotto e facendosi afferrare al volo da alcuni cloni alati. Sephiroth compare alle spalle di Zack, finalmente è riemerso dalle sue ricerche e tornato in azione. A suo parere Genesis non è affatto morto, ma ha solo simulato di precipitare in quel pozzo. Un nuovo scontro si sta affacciando all'orizzonte e Sephiroth sa che Zack ha qualcuno da salutare. Gli concede un periodo di permesso per passare del tempo con Aerith.

Non è un Addio

Zack raggiunge la chiesa di Aerith e la trova in pericolo: un grifone argentato si trova davanti a lei. Lui fa per affrontarlo, ma anche un robot ostile fa irruzione nella chiesa e il grifone lo elimina. Senza fare del male a nessuno dei due, il grifone solleva la testa e mostra il segno che lo identifica come clone di Angeal. Si solleva in volo e si mette su una della travi della chiesa, come per vegliare su entrambi. Zack, sorpreso, aiuta Aerith a costruire un carrello per iniziare la sua vendita di fiori e le promette di accompagnarla un giorno al di sopra del disco. I due passano un po' di tempo inseme, tempo che nessuno dei due dimenticherà mai. All'improvviso la chiamata di Sephiroth arriva, il permesso di Zack è revocato, ci sono degli sviluppi. Zack deve andare. Una volta uscito trova Tseng che ancora una volta sorveglia la chiesa di Aerith. Irritato gli chiede perché la Shinra sia interessata a lei. A quanto pare Aerith è l'ultima degli antichi, una stirpe discendente dagli autoctoni del pianeta che si dice abbiano un'unione spirituale con esso unica e totale, nonché una capacità incredibile di convogliare ed utilizzare il mako. Zack non sapeva nulla di tutto questo, ma la cosa non cambia nulla di quello che prova per lei.
Sephiroth istruisce Zack sugli ultimi sviluppi. A quanto pare il direttore Lazard è stato dato ufficialmente per morto dalla Shinra, ma la squadra che era stata incaricata di catturarlo è anch'essa scomparsa, in più sembra che un misterioso macchinario appartenente ad Hollander sia stato trafugato dal suo laboratorio di Modehoheim. Infine un numero mai visto prima di mostri stanno attaccando tutti i reattori della Shinra sparsi sul pianeta. La missine dei SOLDIER e dei soldati è dividersi in squadre, raggiungere i reattori e difenderli. Sephiroth ha accettato la missione, ma è indignato per la noncuranza da parte della Shinra verso questioni come quella di Lazard o di Genesis, interessandosi solo ai suoi reattori. Zack ha giusto il tempo di avvertire Aerith della sua prossima lunga assenza.
Aerith e Zack si salutano pieni di malinconia. Uscito dalla chiesa trova come al solito Tseng, Stavolta non lo critica, ma, dimostrando di fidarsi di lui, gli affida una missione: vegliare su Aerith in sua assenza. Le squadre vengono radunate e Zack e felicissimo di avere nella sua il suo amico Cloud. Sephiroth ha le direttive: l'area che devono pattugliare sarà quella di Nibleheim, la città natale di Cloud.

Madre

Lungo il cammino Zack ha l'opportunità di parlare con Sephiroth. A quanto pare le sue origini sono misteriose anche a lui stesso. Non sa dov'è nato perché sua madre è morta quando lui era piccolissimo ed è stato subito preso dalla Shinra. A Zack sembra venire in mente qualcosa che non riesce bene a spiegare quando Sephiroth gli dice il nome di sua madre: Jenova. Arrivati a Nibleheim, Sephiroth da a tutti un giorno per riposarsi prima di iniziare il servizio di pattuglia e a Cloud da il permesso di visitare i propri genitori. Lui sembra molto a disagio e si tiene il visore da soldato della Shinra sempre ben calato sul viso.
Il giorno seguente la squadra conosce la propria guida per i territori impervi del luogo: una giovane ragazza tanto sfrontata quanto avvenente chiamata Tifa Lockhart. Cloud sembra stranamente a disagio con lei. I giorni passano ed il gruppo continua a falcidiare mostri vicino agli stabilimenti Shinra locali, questo finché non raggiungono una strana postazione. Sephiroth impedisce a tutti tranne che a Zack di entrare poiché si tratta di uno stabilimento top secret. All'interno i due SOLDIER trovano un gruppo di grandi incubatrici collegate ad un portale blindato sul quale campeggia la scritta Jenova. A Zack torna subito in mente il racconto di Sephiroth che sembra trovarsi inspiegabilmente a disagio. Sephiroth invita Zack a guardare dentro le incubatrici: contengono degli orrendi mostri antropomorfi. Nel periodo in cui stava svolgendo le sue ricerche, Sephiroth ha scoperto dell'esistenza di Jenova, un corpo di provenienza sconosciuta rinvenuto in un ghiacciaio vecchio di duemila anni, le cui cellule hanno rivelato capacità e poteri sorprendenti. La Shinra ha preso possesso della creatura e, con l'aiuto prima di di uno scienziato chiamato Gust, ne ha studiato le potenzialità. Dopo gli esperimenti del primo, Hojo ha dato vita a questa stazione, un luogo in cui dei mostri dalla struttura cellulare perfetta e dalla forza assoluta potessero crescere alimentati dal potere di Jenova. All'improvviso Sephiroth si sente male, delle immagini iniziano a scorrere nel suo cervello in maniera incontrollabile. Possibile che anche lui sia nato lì? A peggiorare la situazione arriva Genesis, che aveva solamente simulato la propria morte per evitare che la Shinra gli desse ancora la caccia. È vero, Sephiroth è una creatura, non un uomo, nato dal potere di Jenova. Una cratura perfetta più delle altre le cui cellule sono in grado di autorigenerarsi. Ciò che egli pensa di ricordare è solo una menzogna inculcatagli dagli scienziati. Lui è l'ultimo stadio delPROGETTO G. Genesis non vuole combatterlo, vuole solo che lui utilizzi il potere delle sue cellule per fermare il suo degrado che sta ormai portandolo alla morte. Sephiroth non sa se quello che gli ha detto Genesis sia un orribile menzogna o la verità che ha cercato per tutta la vita, ma non lo aiuterà. Genesis lo attacca ed i due portano il combattimento fuori di lì. Zack esce, ma trova solo Tifa che cerca di aiutare cloud, colpito da Genesis mentre scappava. Lo riportano a NIbleheim.
Quando arrivano al villaggio non c'è traccia di Sephiroth. Cloud si sveglia e si scusa con Zack per i problemi che gli ha causato. Zack si è accorto dell'imbarazzo che Cloud prova verso Tifa e dell'attenzione con la quale non le mostra il suo volto, ma lui non sembra propenso ad approfondire. Il SOLDIER esce per iniziare le ricerche di Sephiroth, Cloud si è un po' rimesso e gli dice di aver visto Sephiroth andare verso il vecchio palazzo Shinra. Un palazzo di proprietà del presidente dell Shinra e di suo figlio Rufus e dove il reparto scientifico aveva iniziato a fare i primi esperimenti sul mako ed i suoi poteri. Zack trova Sephiroth nella biblioteca sotterranea del palazzo. Studia con frenesia gli appunti che contiene sugli esperimenti e le ricerche. Scopre che Jenova non è una creatura dalle origini sconosciute: è l'ultimo esemplare della prima generazione di antichi. Una razza che popolava il pianeta due millenni prima e con poteri così straordinari che nemmeno un antico come Aerith può immaginare. Ormai è quasi sicuro che Sephiroth sia nato dalle sue cellule. Sephiroth prega Zack di lasciarlo solo. Passa sei giorni dentro quel sotterraneo.
Il settimo giorno Zack si sveglia nella locanda svegliato da delle urla. Quando scende trova uno spettacolo orribile: Nibleheim in fiamme, i suoi abitanti morti e Sephiroth, con uno sguardo terrificante, in piedi tra le fiamme. Zack è talmente sconvolto che non riesce nemmeno a fermarlo quando si volta per andarsene. A terra c'è Cloud, ferito, ma vivo. Gli dice che Tifa e suo padre sono andati a fermare Sephiroth, ma non sa dove. Zack sì. Entra nello stabilimento di contenimento per Jenova. Trova il padre di Tifa morto riverso in un angolo e Tifa svenuta in terra. In quel momento Zack prova una rabbia sconsiderata, verso Sephiroth, verso la Shinra, verso SOLDIER, verso se stesso. Distrugge la porta blindata. Sephirot è lì, in piedi, di fronte all'incubatrice che contiene Jenova. Sephiroth le sta parlando, la chiama madre e le dice di aver avuto un'epifania. Il pianeta ed i suoi poteri appartengono di diritto alla loro razza, non a gli uomini inferiori ed avidi che li hanno segregati ed hanno iniziato ad uccidere il pianeta con la loro bramosia per ottenere il mako, fonte dei loro poteri. Il mondo dev'essere epurato dagli uomini. Zack attacca Sephiroth. I due iniziano a combattere. Lo scontro è quasi del tutto impari. Sephiroth è troppo potente e tutto ciò che Zack può fare è difendersi dai suoi mortali attacchi. Lo scontro quasi distrugge la struttura. Un colpo particolarmente potente disarma Zack, l'occasione viene colta da Sephiroth per ferire gravemente Zack che viene scagliato fuori della struttura. Sephiroth torna da sua madre ed entra in una sorta d'estasi. Cloud si è ripreso e, approfittando della distrazione dell'avversario, afferra la Spada Potens di Zack e gli trapassa lo sterno. Sephiroth sviene. Cloud va a prendesi cura di Tifa. Sephiroth esce dalla stanza con sottobraccio la sola testa di Jenova, mortalmente ferito, ma ancora abbastanza in forze per trafiggere il petto di Cloud. Questo con una forza che non credeva possibile afferra con forza la stessa lama che lo ha trafitto e scaglia Sephiroth contro un muro, facendolo precipitare nel pozzo per l'estrazione del mako. Poi sviene.
Zeck apre gli occhi solo un attimo e vede Hojo e la sua squadra portare fuori Cloud agonizzante e dire che potrebbe essere un affascinantissimo soggetto di studi.

Fuggiaschi

Zack si sveglia, è a terra tra schegge di vetro e un liquido fluorescente (probabilmente Mako concentrato). Si volta. Cloud è in un'incubatrice piena dello stesso liquido. A quanto pare l'incubatrice di Zack si è distrutta, ma come? Uno scienziato entra nel laboratorio e Zack lo mette K.O. Libera Cloud che invece sembra non rinvenire. Si trova in uno stato completamente catatonico. Immediatamente capisce di trovarsi ancora nei sotterranei della villa Shinra. Una diagnosi approssimativa fa capire a Zack che si tratta di un'intossicazione da Mako e di quelle gravi anche. Per liberarlo da quegli abiti impregnati di Mako, Zack cerca nella villa e trova una divisa da SOLDIER. Glie la fa indossare e cerca di schiarirsi le idee. Non sa quali esperimenti Hojo abbia fatto su di loro, ma una sola cosa gli appare chiara: deve tornare da Aerith. Prendendo Cloud a spalla, Zack si avvia verso il villaggio. Quando ci arriva qualcosa non torna: il villaggio appare totalmente illeso. Immediatamente dalle case iniziano ad uscire decine di soldati della Shinra che li attaccano e lanciano un allarme: le due cavie sono scappate, devono essere catturate. Zack riesce facilmente a liberarsi degli aggressori e, con Cloud, si avvia verso il lungo viaggio che lo separa da Midgar. Dopo giorni di cammino, i due si fermano in una radura per riposare. Durante la notte vengono raggiunti da Cissnei. Ovviamente non è lì per caso, la Shinra ha mandato anche i Turks a cercarli e loro si sono divisi fra le varie aree nelle quali è più probabile che i due viaggino. Zack è spaventato, non vuole fare del male a Cissnei, ma non può nemmeno permettere che lei lo catturi. Cissnei chiama Tseng e gli dice di aver perso le tracce dei fuggiaschi. Vuole aiutarli, ma non può coprirli per sempre. Devono scappare di nuovo.
La prima tappa del viaggio di Zack viene raggiunta, il suo paese natale, Gongaga. Lasciando un attimo Cloud, che non si è ancora ripreso, nel sidecar, va nel villaggio. Sa che probabilmente la Shinra pattuglia la zona, ma vuole assolutamente andare a trovare i propri genitori. Raggiunta la casa effettivamente la trova sorvegliata da un Turks, ma fortunatamente si tratta ancora di Cissnei. Lei gli dice che i suoi stanno bene e che lei stessa si sta premurando che non gli manchi nulla. Zack fa per allontanarsi per evitare che Cissnei abbia dei problemi a farli scappare un'altra volta, ma lei gli dice che non è quello l'unico motivo per cui si trova lì. Stanno dando la caccia ad un altro fuggiasco: Angeal. Zack è sorpreso. Che sia stato proprio liberarlo dall'incubatrice nei laboratori Shinra? L'attenzione di Zack viene attratta da un forte barlume di luce bianca. Una forma umana dotata di una grande ala bianca sta volando verso la cima di una collina. Angeal. Zack corre verso la collina, ma ad aspettarlo trova Genesis e Hollander. Anche dalla spalla di Hollander spunta una piccola ala nera e la sua pelle è degradata come quella di Genesis. A quanto pare Hollander, catturato e ferito a morte da Genesis, per sopravvivere ha potuto solo applicarsi lo stesso quantitativo di cellule di Jenova che aveva innestato anche a Genesis. Ora quest'ultimo non ha più motivo di ucciderlo, ora vogliono entrambi la stessa cosa. Parlano di una cosa chiamata cellule S, ovvero le cellule di Sephiroth, figlio di Jenova, che sono l'unica cosa che ora può fermare la degradazione. Hollander dice che l'ultima cellula S reperibile è dentro l'altra cavia, Cloud, e vola nella sua direzione. Zack fa per inseguirlo, ma Genesis lo blocca e inizia di nuovo a citare il suo amato LOVELESS, facendo riferimento sempre al misterioso "dono della dea"che rappresenta ora il suo unico interesse. E vola via lanciando a Zack un frutto. Zack corre da Cloud che sta vendendo assalito da Hollander, ma qualcuno lo ferma: Angeal, stranamente affetto dalla stessa degradazione. Zack uccide Hollander e poi parla con Angeal. Perché si sta verificando in lui la degradazione? Perché quello non è Angeal, ma un uomo che, ferito a morte, si è dovuto iniettare la sua mappatura genetica per sopravvivere, diventando però un suo clone dalla vita limitata. Quell'uomo è Lazard ex direttore di SOLDIER. I soldati che lo inseguivano gli avevano sparato spingendolo a questo per sopravvivere. Ora devono capire dove si è diretto Genesis. Zack osserva il frutto che egli gli ha lanciato. Si tratta di una accidenmela un frutto che cresce solo a Banora, la città natale di Angeal e Genesis. Lui, Lazard e Cloud corrono immediatamente a Banora.

Il dono della Dea

Ciò che rimane di Banora dopo il pesantissimo bombardamento della Shinra è un cratere. Cratere che ha portato alla luce ciò che la città nascondeva: uno sterminato complesso di grotte e caverne sotterranee piene di Mako che scendono fino alle profondità del pianeta, fino ad incontrarne il flusso vitale. Zack inizia la sua discesa. Il flusso vitale è come l'anima del pianeta ed, in un certo senso, la sua memoria, per questo agli occhi di Zack, durante la discesa, si presentano numerose allucinazioni di posti incredibili, simbolo della vita e dei pensieri di Genesis. Raggiunta la fine, Zack trova Genesis al di sotto di un'enorme statua rappresentante la Dea descritta in LOVELESS, su una piattaforma rocciosa circondata dal flusso vitale. Quello è il dono della Dea. Nulla di volgarmente materiale, ma l'anima stessa del pianeta. Un dono che essa ha dato all'umanità. Un dono che l'umanità, creando cose come la Shinra, sta deturpando, condannando a morte il pianeta. Ora Zack e Genesis dovranno scrivere l'atto finale di LOVELESS. Zack incarna in se l'animo di Angeal: i due amici che dovranno combattersi per chi dei due difenderà questo dono. Zack non vuole ucciderlo, vuole riuscire a salvarlo, almeno lui, ma è troppo tardi. Genesis richiama a se il flusso vitale e si fonde con esso, plasmando il suo corpo in quello di un'enorme creatura. Lo scontro è violentissimo, ma Zack riesce a sconfiggerlo. Genesis torna alla sua forma umana. Il degrado si è fermato, il suo corpo è di nuovo integro, ma è ferito gravemente. Il un ultimo impeto si scaglia di nuovo contro Zack, avendo la peggio. Ferito, Genesis ha una visione: la Dea, che tanto aveva cercato e amato nel suo poema è davanti a lui e lo guarda mentre il suo corpo si dissolve e si riunisce al flusso vitale.
Zack torna in superficie col corpo dell'avversario in spalla. Qualcosa è accaduto. Lazard è ferito a morte. La Shinra li ha attaccati. Lui li ha allontanati grazie anche ad un aiuto. Disteso a terra, poco più avanti, c'è il grifone, clone di Angeal, che si era posto a difesa della chiesa di Aerith. Morto per difenderli. Legato alla zampa ha un messaggio di Aerith. La ragazza dice a Zack che le manca, e che sono passati quasi quattro anni da quando lui ha lasciato Midgar, che nel frattempo gli ha scritto 89 lettere sperando sempre nel suo ritorno e che ha mantanuto la promessa: sta riempiendo Midgar di fiori, vendendoli a tutti. Zack non può crederci: quattro anni. Dietro di lui anche Lazard muore. Zack è distrutto. Voleva essere un eroe, ma non è riuscito a salvare nessuno. Cloud è ancora inerme. Zack fa un giuramento solenne: non lascerà che Cloud muoia. I due partono alla volta di Midgar.
Un aereo plana su Banora. Due misteriose figure vestite da SOLDIER ne scendono. Prendono il corpo di Genesis e lo portano sul loro aereo chiedendosi se "accetterà di diventare loro fratello".
Il viaggio di Zack e Cloud prosegue. Zack prova spesso a parlare con l'amico sperando sempre di ottenere una risposta, ma nulla.
Tseng sta dando direttive ai suoi Turks. Devono trovare i due fuggitivi cercandoli nel canyon che circonda Midgar. Cissnei sta partendo, ma il capo lo ferma. Tseng vuole che Cissnei trovi Zack prima che lo faccia la Shinra per salvarlo. La Shinra ha mobilitato un intero esercito non per trovarli, ma per ucciderli. Tseng non può permettere che muoiano, del resto ha ben 88 lettere da consegnare a Zack.
Zack nasconde Cloud dietro ad una roccia. Ha sentito gli elicotteri avvicinarsi. Di fronte a lui ci sono ora centinaia e centinaia di soldati Shinra con le armi spianate. Zack non può permettere di essere fermato e si lancia contro di loro. Lui è molto più potente, ma il soldati sono troppi. Viene ferito tante volte, perde sangue, si indebolisce. Lo scontro dura ore e Zack non ce la fa più. é ferito a morte, ma si lancia ancora contro i soldati. Non puàò farcela. I soldati hanno la meglio, lo circondano e lo crivellano di colpi. Una volta che i soldati sono andati via, Cloud, incredibilmente ripresosi, esce dal suo nascondiglio. Vede Zack e corre verso di lui. Zack sta morendo, ma è felice, è riuscito a salvare qualcuno. Cloud è il suo lascito vivente ed è felice di averlo salvato. Prima di morire, come aveva fatto il suo maestro prima di lui, da al ragazzo la Spada Potens perché non dimentichi di "imbracciare i propri sogni e proteggere il proprio onore". Cloud piange disperato sul corpo dell'amico ricordando ogni singolo momento del loro viaggio nel quale non poteva interagire, ma era perfettamente cosciente. Aerith nella sua chiesa sente che il suo amore è morto e si unisce al pianto di Cloud. Il giovane soldato ringrazia l'amico e con la spada si incammina verso il suo destino.
Zack viene avvolto da una luce abbagliante. Angeal plana dolcemente su di lui e lo prende per portarlo su, verso la luce. Zack è felice. Ora si sente bene. Ora ha realizzato il suo sogno. Ora ha salvato una vita. Ora è un eroe.